Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Fototeca IBC 44.496848, 11.347109 Fototeca IBCVia Marsala 31, Bologna, BO (Indicazioni stradali)

Fototeca IBC

E-mail

FototecaIBC@regione.emilia-romagna.it

Regione

Emilia-Romagna

Provincia

Bologna

Comune

Bologna

Indirizzo

Via Marsala 31

Definizione

complesso di fondi

Tipologia

istituzionale

Consistenza

100.000-500.000

Descrizione e composizione

La Fototeca dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna raccoglie più di 200.000 fotografie di diverso formato e su diversi supporti. La Fototeca si è costituita a partire dalla nascita dell’Istituto ed è soggetta a un consistente e progressivo incremento per opera di fotografi interni e di fotografi professionisti esterni. La Fototeca nel suo complesso esprime l’attenzione che l’IBC ha riservato negli anni alla fotografia come strumento sia di analisi e conoscenza che di tutela e valorizzazione del patrimonio storico e culturale presente sul territorio regionale, concependo il bene culturale in un’accezione estesa che comprende non solo le espressioni artistiche e monumentali tradizionalmente soggette a tutela, ma anche manufatti, edifici, forme naturali, tradizioni che nella loro connessione creano il paesaggio regionale. A partire da questi presupposti operativi IBC ha avviato campagne di ricerca e di rilevamento per registrare i mutamenti, le problematiche, gli interventi e la pianificazione del territorio. Il nucleo fondativo della Fototeca riguarda i censimenti fotografici capillari condotti negli anni Settanta sugli insediamenti rurali della montagna allora soggetta a spopolamento e abbondono e a contemporanee pratiche di restauro applicate agli antichi edifici con risultati deturpanti e invasivi. L’attività fotografica si è dunque subito caratterizzata per essere parte integrante di censimenti e schedature su vari oggetti e temi corrispondenti ad altrettante attività di ricerca e studio condotte dall’Istituto. Nello stesso tempo la fotografia è intervenuta nell’orientamento della pianificazione territoriale, negli interventi urbanistici, nelle emergenze del restauro e nella valorizzazione di ambiti meno conosciuti. Si prendono a esempio il censimento dei teatri storici prima e dopo i restauri compiuti negli anni Ottanta; il censimento delle colonie marine ormai in stato di abbandono, dei mestieri artigiani, dei mulini, dell’archeologia industriale, della cultura materiale, della viticultura, dei centri storici, fino ai più attuali rilevamenti fotografici delle aree soggette a riqualificazione e delle periferie urbane. Con la precisa volontà di integrare il patrimonio, sono stati inoltre acquisiti e annessi altri fondi fotografici come Fratelli Alinari, E.R.S.A., Gianfranco Fontana, Imperial War Museum, Renzo Crovini, Enrico Pasquali, Paolo Monti, Delfino Insolera. La Fototeca dell’IBC si è consolidata nel tempo nel suo insieme come fonte di conoscenza e patrimonio da tutelare, proponendo buone pratiche sia nell’ambito dell’organizzazione fisica e catalografica dei fondi, sia nella conservazione idonea a lungo termine dei fototipi.

Ordinamento

misto

Collegamento alla scheda descrittiva del sistema di provenienza

-

Condizione giuridica

detenzione ente pubblico

Cronologia produzione

1930 / -

Cronologia formazione

1979 / -

Produttori

Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, L’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna (IBC) è nato nel 1974 come strumento della programmazione regionale e organo di consulenza degli enti locali nel settore dei beni culturali.

Soggetti

Documentazione del patrimonio storico artistico
Documentazione del patrimonio etnoantropologico
Documentazione del patrimonio archeologico
Documentazione del patrimonio architettonico
Documentazione del patrimonio culturale

Autori

Fontana, Gianfranco; Monti, Paolo; Siligardi, Franco; Zaffagnini, Giovanni; De Pietri, Paola; Insolera, Delfino; Degli Esposti, Vittorio; Basilico, Gabriele; Guidi, Guido; Fossati, Vittore; Foschi, Marina; Vlahov, Riccardo; Venturi, Sergio; Pasquali, Enrico; Fratelli Alinari; Fanti, Corrado

Data redazione

2019

    • Goro di Mesola (Ferrara), idrovora "Romanina", 1950 circa, Positivo su carta, CC BY-SA
    • Casola di Montefiorino (Modena), Serradimigni, casa con loggia, 1974 circa, stampa alla gelatina a sviluppo, CC BY-SA
    • Vittorio Degli Esposti, Marina Foschi e Sergio Venturi, Castel di Casio (Bologna), Quercedali, concio con incisi i simboli dei maestri comacini, 1972 circa, stampa alla gelatina a sviluppo, CC BY-SA
    • Bagno di Romagna (Forlì), Trino, capanna circolare, 1974 circa, stampa alla gelatina a sviluppo, CC BY-SA
    • Patrizia Tamburini e Renzo Tani, Casola (Forlì), mulino di Santa Maria, 11/1983, Positivo su carta, CC BY-SA
    • Riccardo Vlahov, Volano (Comacchio, Ferrara), casone di valle e lavoriero, 1980 circa, diapositiva, CC BY-SA
    • Sergio Venturi, Finale Emilia (Modena), Torre dell'Orologio, 1980 circa, diapositiva, CC BY-SA
    • Sergio Venturi, Poggiorenatico (Ferrara), Castello Lambertini, 1980 circa, diapositiva, CC BY-SA