Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Archivio fotografico Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi - Cristiano-Bizantina 37.076079, 15.286493 Archivio fotografico Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi - Cristiano-BizantinaViale Teocrito 66 - 96100 Siracusa, Siracusa, SR (Indicazioni stradali)

Archivio fotografico Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi – Cristiano-Bizantina

E-mail

parco.archeo.siracusa@regione.sicilia.it

Regione

Sicilia

Provincia

Siracusa

Comune

Siracusa

Indirizzo

Viale Teocrito, 66 - 96100 Siracusa

Definizione

raccolta

Tipologia

istituzionale

Consistenza

10.000-50.000

Descrizione e composizione

L'Archivio fotografico del Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa è un archivio di immagini digitali. L'esigenza di fotografare, catalogare e studiare i reperti archeologici custoditi nelle sale e nei magazzini del Museo ha portato alla creazione di questo archivio di immagini dei reperti esposti e non. Dal 2003 circa il fotografo conserva e implementa l'archivio, man mano che le esigenze dell'istituzione lo richiedono. Il Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi, adesso, è parte del Parco Archeologico e paesaggistico di Siracusa, Eloro, Villa del Tellaro e Akrai. Per questo motivo l'archivio fotografico sarà implementato anche da immagini dei siti archeologici come il Parco Archeologico "Neapolis" di Siracusa, il Parco Archeologico "Akrai" di Palazzolo Acreide, il Castello Eurialo, il Ginnasio romano, il sito archeologico della Villa del Tellaro o Eloro; nonché il Museo Archeologico "Palazzo Cappellani" di Palazzolo Acreide. Le immagini sono per lo più in alta risoluzione e con riprese dei dettagli per ogni reperto, moneta, gioiello antico o statua. L'archivio ha una quantità di circa 35.000 immagini.

Ordinamento

misto

Collegamento alla scheda descrittiva del sistema di provenienza

-

Condizione giuridica

proprietà ente pubblico

Cronologia produzione

2003 / -

Cronologia formazione

2003 / -

Produttori

Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa

Soggetti

Documentazione del patrimonio archeologico (Reperti archeologici e architettonici risalenti a varie epoche dall'Era del pleistocene ai primi secoli dopo Cristo, provenienti dalla Sicilia orientale.)

Autori

Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa

Data redazione

2019

Note

L'Archivio fotografico storico del Museo Archeologico, già, Nazionale di Siracusa, che fu istituito nel 1886 nella sede in piazza Duomo, nacque con gli studi sul territorio siciliano di Paolo Orsi. Il grande archeologo diresse il museo dal 1891, e fino agli anni '30 lo arricchì di reperti archeologici provenienti da tutta la Sicilia orientale contribuendo, con i suoi collaboratori, alla realizzazione di archivi di immagini fotografiche e disegni. L'archivio storico di immagini fotografiche è rimasto di competenza della Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Siracusa che gestisce ad oggi in modo eccelso le vecchie immagini su diversi supporti, digitalizzandole. Nel 1988 il Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi si è trasferito in una nuova e avveniristica struttura al di fuori dalle mura di Ortigia, nella parte alta della città di Siracusa, vicino al Parco Archeologico della Neapolis, nella cui gestione rientra, appunto, la creazione e gestione di un nuovo archivio fotografico digitale.

    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Il sarcofago di Adelfia, in marmo bianco, è il capolavoro dell’arte tardoantica non solo della città di Siracusa, ma di tutta la Sicilia. Fu rinvenuto da Francesco Saverio Cavallari il 12 giugno 1872 in una fossa scavata nel suolo di una delle rotonde della Catacomba di San Giovanni. Il medaglione centrale raffigura a mezzo busto i defunti, i cui nomi sono ricordati nell’epigrafe al centro del coperchio, che ai lati ha invece scene della vita di Maria. La fronte del sarcofago, a doppio registro, è decorata da episodi del Vecchio e Nuovo Testamento. Produzione di officina romana, si data al secondo venticinquennio del IV sec. d. C., Fotografia d'interni, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Olla triansata e bicchieri in vetro, da Francofonte (SR), tomba in contrada La Rocca. IV sec. d.C., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Brocca di produzione africana. Decorata da fasce verticali con figure animali e vegetali distinte da cordonature spinate e croce ad impressioni sul collo. Da Piazza Armerina. Inizio V sec. d.C., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Ampolla di S. Mena, da Nicolosi (CT). Figurina di Santo orante con due croci ai lati del capo e due animali stilizzati tra braccia e piedi. V-VI sec. d.C., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Lucerna a canale di produzione africana, con disco decorato da grande vaso sul quale si appoggiano due colombe che reggono un grappolo d’uva. Da Adrano. V-VI sec. d.C., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Lastra in marmo rosso. Dalla catacomba siracusana di San Giovanni, cripta di San Marciano. Il testo, in latino, era composto di distici dei quali rimangono quelli di chiusura dell’epitaffio: “Concedi o Dio onnipotente che ella, degna della gloria della vita celeste, meriti di trovarsi ivi con i Santi †”  Segue l’indicazione della data consolare, con il riferimento ai consoli Honorio Augusto XIII e Theodosio Augusto X, che permette di assegnare la deposizione al 423 d.C., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Iscrizione di Euskia, da Siracusa, catacomba di S.Giovanni, inizi V secolo d.C. La tabella reca incisa, con lettere su undici righe, probabilmente in origine evidenziate in rosso, un’ iscrizione che è la più antica attestazione del culto di Santa Lucia a Siracusa., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Corredo rinvenuto nella II metà di febbraio 1894 in una tomba a fossa della seconda galleria meridionale delle Catacombe di San Giovanni, che ha restituito l’epigrafe del medico Felice., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Affresco con immagine di Santa, da Grotta del Crocifisso, Pantalica, Siracusa. Importante testimonianza della nuova stagione di pittura bizantina in epoca normanna, vi è raffigurata l’immagine di una Santa, probabilmente una S. Barbara.  XII - XIII secolo d.C., Fotografia Still life, CC BY-NC-ND
    • Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi di Siracusa, Dipinto con scena di banchetto, da Siracusa, dal cd. Ipogeo Arangio I. La datazione del dipinto oscilla tra la fine III secolo e la metà IV secolo d.C., Fotografia di interni, CC BY-NC-ND