Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Museo di Fotografia Contemporanea - Collezione fotografica 45.557408, 9.215724 Museo di Fotografia Contemporanea - Collezione fotograficaVia Frova 10, Cinisello Balsamo, MI (Indicazioni stradali)

Fondo Klaus Zaugg

Indirizzo web

www.mufoco.org

Regione

Lombardia

Provincia

Milano

Comune

Cinisello Balsamo

Indirizzo

Via Frova 10

Definizione

fondo

Tipologia

professionale

Consistenza

50.000-100.000

Descrizione e composizione

Il Fondo Klaus Zaugg conserva l’intera opera di Klaus Zaugg (Solothurn, 1937 – Buzios, 1994), interessante figura della scena milanese nell’ambito della fotografia di moda e pubblicità in un momento in cui diventa sempre più importante la creatività del fotografo. Oltre a lavorare per note aziende e agenzie, Zaugg sviluppa una ricerca personale centrata sul corpo femminile e sull’autoritratto.
I primi materiali fotografici presenti all'interno del fondo risalgono agli anni della Kunstgewerbe Schule di Zurigo (1955/1959). Si tratta di stampe in bianco e nero prevalentemente a soggetto grafico per le quali sono state utilizzate tecniche particolari quali il fotogramma, riproduzioni al tratto, sovra-impressioni e chimigrammi. Accanto troviamo immagini di vita quotidiana in Svizzera, vedute urbane, paesaggi e documentazione di attività didattiche presso la Scuola d'Arte.
A partire dalla fine degli anni Sessanta Klaus Zaugg inizia la sua attività di fotografo commerciale a Milano, lavora prevalentemente come fotografo pubblicitario e di moda, maturando una personale sensibilità sull'astratto, il surreale, il metafisico. Realizza campagne pubblicitarie per abbigliamento maschile e femminile, per bambini, biancheria intima (Marus Moda, Cherie Moda, Imec. Playtex, costumi da bagno Faini), occhiali (Safilo) e arredamento (Busnelli e Cassina, Frattini). Parallelamente sviluppa una ricerca personale incentrata sullo studio della figura femminile, spesso a figura intera e nuda, sia in studio che in esterno. Nel primo caso predilige l'uso della cosiddetta "cassa", ovvero una sorta di cabina, a volte schermata con tendaggi o materiali riflettenti, mentre in esterno i set prediletti sono la Val Verzasca in Svizzera, un cavalcavia della tangenziale, presumibilmente di Milano, e una cava di ghiaia. Sempre negli anni Settanta e oltre collabora con importanti architetti e designer tra cui spicca la figura di Gaetano Pesce. Nel 1976 realizza un reportage sul set cinematografico del film di Federico Fellini "Il Casanova".
Tra gli anni '80 e '90 realizza importanti campagne pubblicitarie per colossi quali Fiat, Perugina, Alitalia, Swatch, Ellesse e moltissimi altri. Interessanti sono anche i ritratti a Federico Fellini, Susanna Agnelli, Donald Sutherland ed Erica Jong, frutto della collaborazione con le testate Die Zeit e Der Spiegel.
Parallelamente conduce un'attività di ricerca personale che spazia dalle riprese architettoniche ai ritratti, dal paesaggio all'immagine introspettica rappresentata dall'autoritratto.
Il suo lavoro si caratterizza per l'elevato grafismo e la continua ricerca formale, nonché per un'eccezionale dose di fantasia, che, unita ad una notevole conoscenza tecnica degli strumenti, gli consente di produrre immagini anticipatrici di futuri linguaggi fotografici. Ne sono un esempio gli autoritratti di stampo surreale dalla serie “Klaustrofobia” realizzati all'interno di tecniche fotografiche classiche utilizzate in modo insolito: da tre autoritratti in b/n base, servendosi di proiezioni tradizionali e di frontifondografo, crea 40 fotografie senza ricorrere a montaggi, inserimenti né elaborazioni successive alla ripresa.
Partecipa a diverse mostre fotografiche sia collettive che personali, ultima la mostra postuma "Fotografie di una vita" (1995) realizzata dalla moglie a ricordo di 35 anni di attività sospesi a causa di una improvvisa scomparsa nel gennaio 1994.
Il fondo conserva 62.961 immagini tra negativi, diapositive, stampe, datati dal 1955 al 1993.
Dal 2000 il fondo di proprietà privata è depositato presso l'Archivio del Museo di Fotografia Contemporanea.

Ordinamento

misto

Collegamento alla scheda descrittiva del sistema di provenienza

www.mufoco.org/collezioni/fondo-klaus-zaugg/

Condizione giuridica

detenzione mista pubblico/privato

Cronologia produzione

1955 / 1993

Cronologia formazione

1958 / 1994

Produttori

Zaugg, Klaus

Soggetti

Pubblicità
Moda
Fotografia artistica
Ritrattistica
Reportage
Architettura
Spettacolo

Autori

Zaugg, Klaus

Data redazione

2017

Note

-

    • Zaugg, Klaus, Autoritratto. Dalla serie Klaustrofobia, stampa dye-transfer / carta, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Senza titolo, gelatina bromuro d'argento / carta, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Beatrice, gelatina bromuro d'argento / pellicola in rullo negativa, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Patrizia, gelatina bromuro d'argento / pellicola in rullo negativa, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Senza titolo, gelatina bromuro d'argento / pellicola in rullo negativa, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Senza titolo, gelatina bromuro d'argento / pellicola in rullo negativa, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Mercatino delle figurine, gelatina bromuro d'argento / carta, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Senza titolo, gelatina bromuro d'argento / carta, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, Milano, gelatina bromuro d'argento / pellicola in rullo negativa, CC BY-NC-ND
    • Zaugg, Klaus, New York, gelatina bromuro d'argento / pellicola in rullo negativa, CC BY-NC-ND