Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Archivio Il Cinema del \'900 46.110423, 12.906047 Archivio Il Cinema del \'900Piazza Castello 4, Spilimbergo, PN (Indicazioni stradali)

Archivio Il Cinema del ‘900

Indirizzo web

www.craf-fvg.it

E-mail

info@craf-fvg.it

Regione

Friuli-Venezia Giulia

Provincia

Pordenone

Comune

Spilimbergo

Indirizzo

Piazza Castello, 4

Definizione

archivio

Tipologia

istituzionale

Consistenza

 

Descrizione e composizione

L’atelier Bellingard di Lione ritrasse i fratelli Auguste e Louis Lumiere nel 1914, ma tra i primi ritratti di attori, il CRAF conserva anche quello realizzato da Giovanni Battista Sciutto a Irma Gramatica, di Farabola a Lydia Borelli, della Cines di Roma a Gianna Terribili. Aleksander Grinberg fu fotografo di scena di Sergey Eisenstein e ne realizzò un ottimo ritratto come pure altri ritratti sull’arte del movimento”. Altre immagini del cinema delle origini sono di Horst von Harbou, Arturo Ghergo, Orville Snider, Roman Freulich, Elio Luxardo, Gaston Longet, Robert Capa, Carlo Cisventi (Charlie Chaplin in Italia), Erich Lessing (il Moby Dick, Stan Laurel con Marcel Marceau a Parigi, Zorba il greco, Julie Andrews). Luigi Crocenzi, che nel 1947 frequentò il Centro Sperimentale di Cinematografia, realizzò un vasto lavoro sugli ambienti della scuola, ritrasse gli studenti e il “mitico” direttore Umberto Barbaro. Quell'anno ebbe anche modo di realizzare un lavoro fotografico sulla prima Biennale del Cinema di Venezia Roberto Venier (Domanins di San Giorgio della Richinvelda, 1943) dopo 50 anni di lavoro a Milano, di recente è rientrato in Friuli ed ha conferito 60 al CRAF fotografie dell'Agenzia Interpix (dove iniziò la sua attività anche Evaristo Fusar) degli anni ’50 e ’60 tra le quali una serie realizzata da Cornel Luca, come anche di Mario De Biasi si conservano delle opere donate dalla figlia (Federico Fellini e Giulietta Massina sul Canal Grande, Brigitte Bardot al Lido a metà degli anni ‘50), di Pierluigi Praturlon un’altra icona: Anita Ekberg che fa il bagno nella fontana di Trevi ne La dolce vita nel 1960. Anche da John Phillips, di cui nel 1997 il CRAF realizzò la mostra Italian Films, presentata nel Castello di Praga, diverse opere rappresentano (i fratelli Visconti, Antonioni e Monica Vitti a Ravenna sul set di Deserto Rosso…) un lavoro che allora si tradusse in una mostra di quaranta fotografie (Fellini, Mastroianni, De Sica, Zavattini, ecc..). Elio Ciol ha fotografato Davide Maria Turoldo alla macchina da presa mentre sta girando “Gli ultimi” nel 1963 e Tazio Secchiaroli realizzò un bel ritratto di Sofia Loren mentre viene fotografata da Helmut Newton Di Giovanni Battista Poletto sono le fotografie di scena de “Le Quattro giornate di Napoli”, di Antonio Galvez quelle dei film di Bunuel e lo stesso Michelangelo Antonioni realizzò molte fotografie durante la lavorazione di Blow Up (presentate poi in mostra al Diaframma di Lanfranco Colombo e ora conservate dal CRAF) e Mary Ellen Mark il Decamerone, mentre altri pochi ritratti di attori e registi sono compresi anche nel Fondo Toni Nicolini. Di Pier Paolo Pasolini il fondo di immagini è comprensivo di una serie di fotografie realizzate nel corso della produzione dei suoi film [con attori come Orson Welles, Silvana Mangano, Totò, Ninetto Davoli, Franco Citti e realizzate da quelli che furono i suoi più importanti e fedeli fotografi di scena, come Angelo Novi (1930-1997), Mimmo Cattarinich (1937), Deborah Beer (1950-1994), Mario Tursi (1929 – 2008)], di altre immagini della vita del poeta e regista (di Mario Dondero e altri) infine, le fotografie di Claudio Erné e altri fotoreporter presenti ai funerali di Pasolini a Casarsa il 6 novembre 1975 (la madre Susanna Colussi, Laura Betti, Ninetto Davoli, Franco Citti, il pittore Giuseppe Zigaina e tantissimi altri). Infine, la figlia di Vaclav Chochola, Blanka, ha ceduto una serie di immagini sulla visita di Pasolini e Antonioni a Praga e in particolare al FAMU, nel 1966. Dell’ultima parte del Novecento, altre immagini di Richard Haughton,Evaristo Fusar, Lorenzo Cappellini, Lucien Ballard, Vittoriano Rastelli, Pino Guidolotti, Babic, Silvana Spera a Roma, Giuliano Borghesan (ha fotografato Chaterine Deneuve e Raympond Depardon in Tunisia), Franco Fontana ha ritratto Nino Manfredi, Valentina Cortese, Marco Ferreri e Carmelo Bene e poi Giampaolo Barbieri ed Emilio Tini. Infine, i registi “fotografi”: oltre alle fotografie realizzate da Antonioni, vi sono quelle di Abbas Kiarostami, di William Klein (che fu anche assistente di Fellini negli anni ’50), le immagini che Alberto Lattuada donò a Luigi Crocenzi. Il Fondo di fotografie sul cinema nel suo insieme ammonta a ca 400 positivi e altrettanti tra negativi e diacolor.

Ordinamento

misto

Collegamento alla scheda descrittiva del sistema di provenienza

-

Condizione giuridica

proprietà ente privato

Cronologia produzione

1993 / 2017

Cronologia formazione

1993 / 2017

Produttori

CRAF

Soggetti

Miscellanea

Autori

AAVV

Data redazione

2017

    • Bellingard, Lione, I fratelli Auguste e Louis Lumiere, zincografia da autochrome, CC BY-SA
    • Farabola, L'attrice Lydia Borelli e la sua poderosa Isotta Fraschini, Milano, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • Crocenzi, Luigi, Studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia, Roma, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • Cisventi, Carlo, Charlie Chaplin in Italia, Roma, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • Lessing, Erich, Moby Dick, regia di John Huston, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • De Biasi, Mario, Giulietta Masina e Federico Fellini sul Canal Grande, Venezia, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • Phillips, John, Marcello Mastroianni, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • Antonioni, Michelangelo, da Blow Up, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • Barbier, Giampaolo, Monica Bellucci, stampa ai sali d'argento, CC BY-SA
    • Tini, Emilio, Ritratto di asia Argento, stampa digitale, CC BY-SA